“Il settore del restauro, da quando è partita la fiera tanti anni fa, è cresciuto, sta crescendo e sarà in crescita strutturalmente nei prossimi anni”. Lo ha detto il ministro per i Beni culturali, Dario Franceschini, intervenuto a Ferrara all'inaugurazione del XXVI Salone Internazionale del Restauro, dei Musei e delle Imprese culturali. “Dobbiamo continuare a investire con forza sulle eccellenze che abbiamo in Italia dall’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro, all’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, all’Istituto Centrale per il Restauro e la Conservazione del Patrimonio Archivistico e Librario, ai tanti restauratori impegnati nei cantieri della cultura e che operano quotidianamente nei musei, nei parchi archeologici, nelle biblioteche, negli archivi e nelle strutture periferiche del Ministero.”

Il titolare del Mibac definisce “intelligente” l’idea di “allargare il Salone ai musei e alle imprese culturali” perché aumentano “gli operatori, il pubblico, le persone e le imprese interessate”. Franceschini ha così concluso: “E’ importante la fiera e che Ferrara la difenda, da parte mia ci sarà tutto il sostegno”. 
 

 

Articoli correlati