Sviluppare azioni congiunte di promozione del turismo sostenibile legato alla pratica delle maratone e delle sportcity, delle corse outdoor e degli eventi legati all’atletica leggera, “eventi che hanno la capacità di raccontare e raffigurare una destinazione diventando una voce rilevante di marketing territoriale”. Questo l’obiettivo del protocollo d’intesa siglato tra Enit, Federazione Italiana di Atletica Leggera e Cultura Italiae.

In base al protocollo, Fidal ed Enit individueranno le manifestazioni sportive nazionali ed internazionali, oltre che in eventi collegati alle suddette, quali occasione per la diffusione dei rispettivi ambiti operativi. Cultura Italiae svilupperà prodotti ed iniziative esperienziali dedicate, per la valorizzazione del patrimonio culturale in occasione di tali eventi.

“Siamo molto grati al segretario generale della Fidal, la Federazione italiana dell'Atletica Leggera, Fabio Pagliara e al Presidente dell'Enit Giorgio Palmucci per avere accolto con entusiasmo la nostra proposta di attivare una collaborazione e un coordinamento volto ad offrire ai milioni di runner nel mondo che vogliono correre una o più delle prestigiose maratone del circuito italiano che ogni anno si svolgono nella splendida cornice delle nostre città d'arte, una serie di attività finalizzate a stimolare e migliorare l'offerta turistica e culturale del nostro paese per diventare leader mondiale di questo importante segmento del turismo”, ha commentato il presidente di Cultura Italiae, Angelo Argento.

IL PROTOCOLLO

Il comparto del turismo legato agli spettatori dei grandi eventi sportivi e a chi lo sport lo ama praticare in contesti di manifestazioni che rendono protagonista la destinazione, cresce in tutto il mondo superando le dimensioni economiche del turismo di nicchia. Per queste ragioni, le parti “concordano sul comune interesse di “cooperare per l’organizzazione e il coordinamento degli eventi sportivi e per valorizzare al meglio eventi attrattivi per milioni di persone, italiani e stranieri che praticano discipline legate alla corsa in modo costante o saltuario”.

Si tratta di maratone, mezze maratone, corse di 10 e 5 km, urban e night trail che da evento sportivo si sono trasformate in esperienze di fruizione delle città in condizioni di assoluta unicità e quindi ad alto valore attrattivo.

Numerosi runner italiani partecipano già alle maratone di New York City Marathon, Virgin Money London Marathon, BMW Berlin Marathon, Atene, Barcellona e Valencia e altrettanti stranieri vengono nel nostro Paese per partecipare alle principali grandi maratone di Milano e Roma, la Venice Night Trail, che viene corsa a Venezia di notte tra le calli, la Valtellina Wine Trail tra i vigneti, la maratona Alzheimer Città di Cesenatico, la Corro per le Balene della Riviera dei Fiori, come la Race for the Cure che sono esempi positivi a cui guardare.

 

Articoli correlati