“La invito a porre in essere tutti gli atti volti ad assicurare lo svolgimento del Festival secondo il programma previsto che, come ho già ribadito nei giorni scorsi e alla luce di quanto sopra illustrato, non può né deve essere oggetto di alcuna pressione e interferenza politica”. Si conclude così la lettera che il ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini ha inviato al sindaco de L’Aquila Pierluigi Biondi che nei giorni scorsi ha polemizzato con la direttrice artistica del Festival Incontri, Anna Barbagallo e l’ideatrice del Festival, Annalisa De Simone per la presenza in cartellone di Roberto Saviano e ZeroCalcare.

Rispondendo alla lettera che il Sindaco ha inviato in data 13 settembre, Franceschini ricostruisce l’iter amministrativo seguito per la realizzazione della manifestazione in oggetto sottolineando che “non presenta alcuna anomalia” e che “tutte le fasi dell’iter sono state condivise tra il Comune dell’Aquila e questo Ministero, ma il programma del Festival è stato approvato dal Comitato operativo, l’organismo all’interno del quale, come evidenziato, sono rappresentate entrambe le Amministrazioni a cui non compete entrare nel merito di scelte di carattere esclusivamente artistico".

"Per altro verso, la piena condivisione di tutti i passaggi amministrativi rende ora difficilmente comprensibili rallentamenti o impedimenti nella realizzazione dell’iniziativa. La invito, dunque, a porre in essere tutti gli atti volti ad assicurare lo svolgimento del Festival secondo il programma previsto che, come ho già ribadito nei giorni scorsi e alla luce di quanto sopra illustrato, non può né deve essere oggetto di alcuna pressione e interferenza politica. La saluto cordialmente", conclude il titolare del Collegio Romano. 

 

Articoli correlati