"Mi fa piacere che anche il mio successore abbia compreso l’importanza di proseguire sulla strada già tracciata durante il mio mandato per risolvere il problema principale del Mibac, vale a dire la mancanza di personale. Questa è stata infatti la mia priorità fin dall’inizio del mio incarico". Lo ha detto l'ex ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli, commentando le dichiarazioni dell'attuale titolare del Collegio Romano, Dario Franceschini, che di fonte alle commissioni riunite Cultura di Camera e Senato ha sottolineato che "ci sono 4000 carenze in organico e se non c’è una corsa a coprire i posti presto questo numero aumenterà. E’ un’urgenza” (leggi).

"Basti ricordare - sottolinea Bonisoli - che il Mibac ha bandito un concorso, entro l’estate, in tempi record, per l’assunzione di 1052 addetti alla vigilanza. Non solo. Avevamo già pianificato due altri concorsi: uno ad ottobre 2019 per circa 3000 addetti di area II e un secondo a dicembre 2019 per circa 1000 funzionari. Le risorse ci sono grazie al decreto concretezza. Sono praticamente già pronti quindi concorsi per altre 4000 persone che possono partire nelle prossime settimane e che sono necessari per coprire i bisogni del Ministero. Lo segnalo al Ministro Franceschini con l’augurio che prosegua su questa strada e provveda a realizzare ciò per cui abbiamo lavorato intensamente negli scorsi mesi".

 

Articoli correlati