Dal 24 al 26 ottobre ArtLab si sposta a Bari e Matera per l'ultima tappa del 2019, con una serie di incontri mirati a individuare come la cultura può valorizzare, rilanciare e contribuire a mettere in primo piano le peculiarità dei territori.

"Il tema della valorizzazione attraverso i partenariati speciali pubblico-privati tornerà centrale nella tappa di Bari, dove faremo il punto su alcuni casi in atto, senza tralasciare uno sguardo alle prospettive future. Tra i progetti sotto la lente, in primo piano il progetto di valorizzazione dell'Uomo di Altamura, una delle più straordinarie scoperte paleontologiche effettuate in Italia. Torneremo a raccontare le Imprese Culturali e Creative, questa volta a partire dai dati della prima indagine sul settore di Intesa Sanpaolo-Mediocredito, che mostra un’industria ad alto potenziale che dichiara di voler continuare ad investire nei prossimi anni; inoltre esploreremo le politiche dedicate al settore culturale e creativo nel ciclo di programmazione comunitaria 2021-27. Tra le novità, una giornata di laboratorio dedicata agli strumenti digitali nei processi partecipativi, che si ricollega a due appuntamenti su progetti di audience development engagement in zone periferiche con disequilibri sociali ed economici forti".

Le biblioteche ancora una volta in primo piano ad Artlab per approfondire le Linee guida per la redazione dei piani strategici delle biblioteche pubbliche italiane e il tema della cooperazione bibliotecaria e dell'organizzazione in sistemi e reti. A Matera in scena il ruolo delle Città Capitali Europee per la cultura per lo sviluppo delle imprese culturali e creative e uno straordinario laboratorio nazionale sulla cultura come motore di rigenerazione delle aree interne e rurali, con la partecipazione dei responsabili dei relativi programmi di sostegno pubblici e privati.e di oltre venti esperienze da nove regioni.

 

Articoli correlati