“Oltre cento paesi coinvolti e mille eventi organizzati in questa settimana che ha ricevuto l'alto patronato da parte del presidente della Repubblica Sergio Mattarella”. Lo ha ricordato ad AgCult Vincenzo De Luca, direttore generale per la Promozione del Sistema Paese del Ministero degli Esteri e della Cooperazione, intervenendo a margine della presentazione presso Palazzo Firenze, sede della Società Dante Alighieri, della XIX edizione della Settimana della Lingua italiana nel mondo (che si terrà il 21-27 ottobre).

Qual è il senso di queste iniziative che si ripetono anno dopo anno? "È quello di rendere un processo strutturato, permanente, continuativo, la diffusione della lingua italiana. La diffusione della lingua e della cultura italiana - ha sottolineato De Luca - è la diplomazia culturale, è il soft power italiano. Quando vendiamo i prodotti del Made in Italy l'associazione va subito alla bellezza, allo stile, all'eleganza, alla cultura. È un valore aggiunto per il marchio Italia promuovere diplomazia culturale. Diplomazia culturale e diplomazia economica sono il cuore della politica estera italiana”.

 

Articoli correlati