Si terrà giovedì 17 ottobre a Tel Aviv, nell’ambito della Giornata del Contemporaneo, l’incontro con l’artista Marinella Senatore e la sua “Scuola di Danza Narrativa”. Introduce Nicola Trezzi, direttore del CCA di Tel Aviv (Center for Contemporary Art). L’incontro è organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Tel Aviv in collaborazione con CCA – Center for Contemporary Art Tel Aviv.

Nel 2013 Marinella Senatore fonda La Scuola di Danza Narrativa, centrata sull'idea della narrazione quale esperienza esplorabile coreograficamente, sull'apprendimento non gerarchico, sull'autoformazione e sulla creazione di una cittadinanza attiva attraverso l'educazione informale. Nomade e gratuita, la Scuola assume forme diverse a seconda degli spazi che occupa temporaneamente. La Scuola propone lezioni in diverse materie come letteratura, storia orale, falegnameria, storia dell'arte, ecc., incoraggiando i partecipanti a condividere le loro competenze o ad acquisirne di nuove, creando nuovi gruppi e idee di comunità. Ha realizzato progetti con istituzioni, musei e fondazioni in diversi paesi in Europa e negli Stati Uniti, coinvolgendo attivisti politici, studiosi, artigiani, studenti, musicisti, scrittori e altri. Marinella Senatore utilizza la danza come lingua franca per dare spazio alla gestualità amatoriale e professionale dei partecipanti.

Senatore, nata nel 1977, residente ed attiva tra Roma e Parigi, è un’artista multidisciplinare con formazione in musica, belle arti e cinema, la cui pratica è caratterizzata da una forte dimensione collettiva e partecipativa. Il suo lavoro riunisce forme di resistenza, cultura vernacolare e popolare, danza e musica, eventi di massa e attivismo, consentendo al pubblico di generare un potenziale di cambiamento sociale. Intrecciando esperienza autografica personale e narrazione collettiva condivisa, la pratica di Marinella senatore include collage, performance, scultura, fotografia e video.

Nel 2018 ha vinto la 4a edizione dell’Italian Council (2018), bando internazionale a sostegno dell’arte contemporanea italiana promosso dalla Direzione generale per l'arte contemporanea e l'architettura e le periferie urbane (ora Direzione Generale Creatività Contemporanea e Rigenerazione Urbana); nel 2014 il Premio MAXXI ed è stata la destinataria della commissione “Museum Calls Artist” di AMACI, l'Associazione dei musei italiani di arte contemporanea.

 

Articoli correlati