In occasione della 15a Giornata del Contemporaneo, un'iniziativa volta a promuovere il complesso e vivace mondo dell'arte contemporanea, l'Istituto Italiano di Cultura di Stoccolma presenta mercoledì 23 ottobre alle 18 "L'arte viva di Julian Schnabel", un film scritto e diretto da Pappi Corsicato. La visione del film sarà preceduta da una conversazione tra il regista Pappi Corsicato e la curatrice Adriana Rispoli.

L'arte viva di Julian Schnabel dipinge il ritratto dell'artista americano Julian Schnabel. Una testimonianza che è frutto di circa due anni di riprese e di un'intenso lavoro d’archivio, mescolando vita professionale e privata alla passione cinematografica di Schnabel che lo ha portato a girare film come Basquiat nel 1995, Prima Che Sia Notte (2000, Leone d’argento – Gran Premio della Giuria al Festival di Venezia) e Lo Scafandro e la Farfalla (2007, Miglior Regia al Festival di Cannes, due Golden Globe e una nomination come miglior regista agli Oscar).

L'arte viva di Julian Schnabel, presentato al Tribeca Film Festival, nasce dal rapporto di amicizia che ha legato Pappi Corsicato all'artista newyorkese, ma si arricchisce anche delle testimonianze di Al Pacino, Jeff Koons, Bono Vox, Laurie Anderson e Mary Boone.

Pappi Corsicato nasce a Napoli nel 1960. Si trasferisce a New York nel 1980, dove studia danza e coreografia alla Alvin Alley Dance School e recitazione all’Academy of Dramatic Arts e presso l’Actor’s Studio. Pappi torna in Italia nel 1993 per scrivere e dirigere il suo primo film, la commedia intitolata Libera (Festival del Cinema di Berlino). Vince i premi Ciak d’Oro e Grolla d’Oro per il migliore lungometraggio e il premio come Migliore Giovane Regista, conferitogli dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani. Altri lungometraggi di fiction includono Buchi Neri (1995), I Vesuviani (1997), Il Seme della Discordia (2008) e Il Volto di un’Altra (2012). Dal 1994 dirige decine di video-documentari su arte e artisti contemporanei, compresi Richard Serra, Jeff Koons, Robert Rauschenberg, Jannis Kounellis, Anish Kapoor e Gilbert & George, alcuni dei quali vengono proiettati in poli culturali quali la Tate Modern di Londra e il Centre Pompidou di Parigi. Pappi cura anche la regia e l’allestimento scenico di opere liriche in Italia, come Carmen nel 2000 al Teatro San Carlo di Napoli e poi La Voce Umana al Ravello Festival sulla Costa Amalfitana (2006).

Julian Schnabel (New York, 1951) è un pittore, regista e sceneggiatore statunitense. All'inizio degli anni '80 Schnabel diviene celebre per le sue opere dalle dimensioni monumentali e per i materiali da lui utilizzati, quali vele o teloni industriali, oltre che per i temi da lui scelti. La sua pittura espressionista è stata spesso paragonata a quella di Jackson Pollock, Willem de Kooning e Franz Kline. Sebbene Schnabel abbia dedicato la sua vita alla pittura, la sua carriera si è estesa al cinema, all'architettura e all'interior design.

 

Articoli correlati