C’è tempo fino alle 12 del 29 novembre 2019 per partecipare alla selezione del nuovo direttore “di chiara fama” dell’Istituto italiano di cultura di New York. Prenderà il posto di Giorgio Van Straten che è stato in carica per due mandati.

Ai fini dell’individuazione del candidato idoneo sarà costituita una Commissione, appositamente nominata dal Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, composta da cinque membri – di cui un magistrato (ordinario o amministrativo o contabile) o un avvocato dello Stato e altri quattro ulteriori componenti, di cui non più di uno in servizio presso la Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese.

I componenti della commissione sono individuati secondo criteri di competenza, imparzialità e rotazione e nel rispetto nel principio di parità tra donne e uomini. Ai componenti della commissione non spettano compensi né rimborsi spese comunque denominati.

Il Direttore “di chiara fama” – si legge nell’avviso pubblicato dal ministero degli Esteri -  viene nominato per il periodo di due anni, rinnovabile al termine del biennio una sola volta per un pari periodo. “L’incarico in questione non crea aspettativa di rinnovo o di impiego stabile, né dà diritto, alla scadenza, a indennizzo o liquidazione di alcun genere. Il trattamento economico corrisposto non ha natura retributiva e sarà assimilato a quello di Primo Consigliere presso il Consolato Generale d’Italia a New York".
 

Approfondimenti

 

Articoli correlati