"Sorprende che il professor Montanari adesso - tre settimane dopo la pubblicazione delle opere oggetto dell'accordo tra la Repubblica Italiana e la Repubblica Francese - avvenuta tra l'altro pochi giorni prima dell'ultima seduta del Comitato scientifico - si renda conto che tra queste vi è anche il foglio 8P, disegno di 'Paesaggio' di Leonardo da Vinci, quest'anno già andato in esposizione nella sua natia Vinci in occasione di una mostra speciale inaugurata il 15 aprile dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella”. Così il direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidt, risponde al critico Tomaso Montanari che in un’intervista all’Ansa si è detto “sconcertato dall'uscita dal territorio nazionale, avvenuta ieri, di un disegno di Leonardo a cui, in nessun caso, avrebbe dovuto essere rilasciata la licenza di temporanea esportazione".

“Le Gallerie degli Uffizi – spiega Schmidt - hanno seguito pedissequamente l'iter amministrativo stabilito dalle norme, autorizzando il prestito di quest'opera anche sulla base del parere favorevole della Direzione Generale Musei del Ministero”.

“Indubbiamente il foglio 8P è tra le opere più importanti del Gabinetti Disegni e Stampe degli Uffizi, così come, a maggior ragione, lo è il gruppo scultoreo 'L'incredulità di san Tomaso' del Verrocchio per il Museo di Orsanmichele: ma la partenza di quest'opera per la Francia, avvenuta circa 10 giorni fa nell'ambito del medesimo accordo di prestito che ha riguardato anche il Foglio 8P, non ha destato indignazione alcuna nel professore. Una contraddizione curiosa, come altrettanto curioso è il fatto che nelle ultime due riunioni del Comitato scientifico, organo consultivo del Museo di cui lui fa parte, avvenute il 23 luglio e il 26 settembre, si sia - su mio impulso - parlato soprattutto della politica di prestiti, ma Montanari non abbia mai sollevato alcuna questione in merito, nè manifestato perplessità al riguardo".

 

Articoli correlati