Fare rete, per far vivere i luoghi della cultura. Ma fare rete anche a scuola. E puntare sul potenziamento dei trasporti, su contributi anche per le famiglie, sulla fibra ottica (che la Regione Toscana sta portando dove i privati non investono) per poter navigare veloci su internet e sulla formazione anche a distanza, per rompere quel rischio di isolamento e superare quelle difficoltà che sono...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati