Firmato ieri a Tunisi il protocollo d’intesa/accordo quadro tra l’Istituto del Patrimonio Nazionale tunisino, l’Agenzia per la valorizzazione del patrimonio e la promozione culturale (AMVPPC) e il Parco archeologico del Colosseo. 

Il documento sancisce il gemellaggio tra il Colosseo di Roma e l’anfiteatro di El Jem, l’antica Tysdrus, in previsione di scavi, ricerche e restauri per la migliore conoscenza e valorizzazione del sito. 

Il PArCo e le istituzioni tunisine si impegnano ad organizzare attività di ricerca comuni che prevedano lo scambio di personale, la conservazione e il restauro di monumenti di El Jem, workshop e incontri di ricercatori e curatori specializzati, e infine a promuovere il progetto attraverso conferenze, mostre, festival e pubblicazioni.

“Dopo la grande mostra ‘Carthago. Il mito immortale’, inaugurata a settembre a Roma, e dopo l'accordo siglato con l'INP per l'anfiteatro di Cartagine - afferma Alfonsina Russo, Direttore del Parco archeologico del Colosseo - oggi è la volta del grande anfiteatro di El Jem. Sono molto soddisfatta di questo importante accordo che consolida i rapporti tra il Parco archeologico del Colosseo e le maggiori istituzioni che proteggono il patrimonio culturale tunisino”.

 

Articoli correlati