Il 78 per cento di chi lavora in un ente culturale ha aperto la partita IVA per obbligo, non per scelta. “Nessun desiderio disperato di essere ‘imprenditori di sé stessi’: solo tanta voglia di lavorare e portare a casa la pagnotta”. Questo è il nuovo dato che emerge dall’inchiesta “Cultura, contratti e condizioni di lavoro”, che sarà presentata alla Camera dei Deputati, in conferenza...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati