Un viaggio fra antiche e decorate ketubbòt, i contratti matrimoniali che a Firenze si caratterizzavano per la particolare forma a cupola, oggetti rituali come il tallèd, il manto sotto cui gli sposi ricevono la benedizione, e tradizioni, come la simbolica rottura del bicchiere. Domenica 3 novembre il Museo ebraico di Firenze promuove un doppio appuntamento, alle 11.30 e alle 15.30, con una visita tematica alla scoperta del matrimonio ebraico fra significato, ritualità e tradizioni.

Insieme ai particolari contratti matrimoniali, piccoli capolavori abbelliti con motivi di architetture, fiori, oppure da interi brani in micrografia, piccolissime lettere ebraiche che creano la struttura ornamentale del disegno, il Museo conserva un ricco patrimonio di oggetti rituali, oltre a ottocenteschi fazzoletti nuziali e sacchetti da confetti. Completano il percorso preziosi asciugamani ricamati e corredi per il bagno della sposa, la cerimonia di immersione nel mikvé, la vasca rituale, che anticipa la cerimonia.

Per partecipare è necessario prenotarsi indicando l’orario scelto, entro venerdì 1° novembre a prenotazioni@coopculture.it, i posti sono limitati.  La visita ha un costo complessivo di € 10.50 adulti, € 9,50 ragazzi sopra i 6 anni e studenti fino a 25 anni.

 

Articoli correlati