Cambio nel Consiglio di amministrazione delle Gallerie degli Uffizi a Firenze. Nel cda del museo autonomo toscano, che scadrà fra un anno, entra Marco Cammelli (da poco dimessosi da presidente della Fondazione Scuola dei Beni e delle Attività culturali). Il presidente della Commissione Acri per i Beni e le Attività Culturali sostituisce il dimissionario Lorenzo Casini che il 20 settembre scorso ha lasciato l’incarico dopo la nomina a capo di Gabinetto del ministro Dario Franceschini. 

Il consiglio di amministrazione degli Uffizi in carica fino all'11 novembre 2020 è composto dal direttore (che lo presiede) Eike Schmidt e da quattro membri scelti tra personalità di chiara fama del settore nominati dal ministro dei Beni culturali, di cui uno d’intesa con il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e uno d’intesa con il Ministro dell’Economia e delle Finanze. I membri attuali sono: Stefano Casciu, Claudia Ferrazzi e Paolo Fresco, cui si aggiunge ora Marco Cammelli.

Il Consiglio di Amministrazione determina e programma le linee di ricerca e gli indirizzi tecnici dell’attività del museo, in coerenza con le direttive e gli altri atti di indirizzo del Ministero. In particolare, il Consiglio adotta lo statuto del museo, approva la carta dei servizi e il programma di attività annuale e pluriennale del museo, verificandone la compatibilità finanziaria e l’attuazione. Approva inoltre il bilancio di previsione, le relative variazioni, il conto consuntivo e gli strumenti di verifica dei servizi affidati in concessione rispetto ai progetti di valorizzazione predisposti dal Direttore del museo, monitorandone la relativa applicazione.

 

Articoli correlati