“Ieri, nella Reggia di Caserta, una falla nei sistemi di controllo e di sicurezza ha consentito l'accesso non autorizzato ad un individuo che, con la propria auto, è riuscito a percorrere indisturbato i viali del parco, giungendo fino alla fontana di Venere ed Adone, tuffandosi nella sua vasca. Auspico che il Ministro dei Beni culturali e quello dell'Interno intervengano tempestivamente per far chiarezza sull'accaduto e per innalzare il livello di sicurezza per l'accesso al sito”. Lo chiede la deputata Margherita Del Sesto (M5S) intervenendo in Aula della Camera. 

“Tale individuo – ricorda - non è estraneo a simili azioni dimostrative, avendone già compiuto in passato una a Roma nella Fontana di Trevi. Ha addirittura documentato il suo gesto con una diretta video sul social network Instagram: e se si fosse trattato di un malintenzionato, quali sarebbero state le conseguenze? Il sito reale, dichiarato patrimonio mondiale dell'UNESCO dal 1997, attrae ogni anno circa un milione di visitatori, e già più volte in passato ha palesato inefficienze nei controlli di sicurezza e nei sistemi di videosorveglianza, causate anche dalla cronica carenza di personale”. 

IL COMUNICATO DELLA REGGIA DI CASERTA

In riferimento al video diffuso in rete nella giornata di ieri, la Direzione della Reggia di Caserta ha reso noto con un comunicato che sporgerà denuncia a carico del soggetto autore della vicenda. Sono state, inoltre, avviate verifiche attraverso le riprese del sistema di sorveglianza del Palazzo per ricostruire correttamente l'accaduto e accertarne le responsabilità.


 

 

Articoli correlati