Prosegue la rassegna Ephimera. Dialoghi sulla moda. Il secondo appuntamento è sabato 9 novembre alle 11.30 in Curia Iulia con la giornalista e scrittrice Lorenza Foschini e l’architetto e stilista Quirino Conti per l’incontro dal titolo “L’indistinta sessualità della moda”. Si converserà sull’ambiguità della moda di ieri e di oggi e l’affievolirsi dei confini tra la moda dei due sessi a partire dagli scritti di Marcel Proust. Sofia Gnoli, curatrice del progetto, introdurrà il tema.

La moda nelle sue innumerevoli sfaccettature è infatti la protagonista di Ephimera. Dialoghi sulla moda, un ciclo di incontri aperti al pubblico in cui converseranno alcuni dei più noti direttori creativi, artisti, saggisti, studiosi e giornalisti del settore. Gli appuntamenti – dieci incontri di sabato mattina fino al 21 marzo 2020 – avranno luogo nella monumentale Curia Iulia nel Foro Romano. L’iniziativa – promossa dal Parco archeologico del Colosseo – conferma la vocazione della Curia Iulia, sede del senato della Roma antica, a spazio culturale vivo e designato al dibattito.

Questi incontri rappresentano infatti una ulteriore e nuova occasione per rafforzare il legame della città con l’area archeologica centrale, riaffermando la strategia che il Direttore Alfonsina Russo persegue con costanza. Concepiti con questo spirito, gli appuntamenti sono tutti su prenotazione fino a esaurimento posti. Seguito ideale di Mytologica, serie di incontri sul mito tenutasi lo scorso anno che, pur affrontando temi all’apparenza ‘classici’, ha offerto momenti di confronto e riflessione sulla società odierna, Ephimera approfondisce vari aspetti della moda contemporanea.

Il progetto – a cura di Sofia Gnoli, studiosa di moda, docente e giornalista, organizzato da Electa – mette in luce una moda letta come un insieme di codici che manifestano e comunicano gusti e tendenze, in una dialettica fra individualismo (espressione del sé) e conformismo (adesione a tendenze collettive). Ma anche moda come linguaggio di segni, come espressione artistica, senza trascurare argomenti classici come l’androginia o il dandysmo e il suo legame con il cinema, la letteratura e la fotografia.

 

Articoli correlati