E’ iniziato in commissione Esteri alla Camera l’esame del disegno di legge di ratifica della Convenzione di Faro. La presidente della III, nonché relatrice del provvedimento, Marta Grande (M5S) ha illustrato il ddl. Nel corso della seduta è intervenuto il vicepresidente della commissione, Paolo Formentini, che ha ribadito la contrarietà della Lega.

“Se venisse approvata la ratifica – ha spiegato Formentini ad AgCult – si corre il rischio che una minoranza organizzata possa imporre alla maggioranza il proprio punto di vista sulla fruizione del patrimonio culturale italiano. C’è la possibilità che il nostro Paese perda la propria sovranità e identità. Per questo, come già avvenuto al Senato, diremo no alla Convenzione di Faro”. La Lega ha inoltre chiesto che la commissione Esteri svolga delle audizioni sul tema. Una richiesta che è stata accolta dall’Ufficio di presidenza della III.

Il ddl ha ricevuto il via libera in prima lettura dal Senato lo scorso 10 ottobre. L’intenzione della maggioranza è quella di procedere all’approvazione della ratifica senza apportare modifiche evitando così un nuovo passaggio in terza lettura a Palazzo Madama.
 

 

Articoli correlati