Il ruolo dei musei all’interno della società contemporanea si è evoluta sia nel Regno Unito che in Italia. E’ per questo auspicabile uno spazio di confronto sulle opportunità che si aprono per gli operatori e i professionisti dei musei per continuare ad apprendere e misurarsi con il rafforzamento del settore. Un confronto si concretizzerà con il panel “Strengthening Uk-Italy Cultural Relations: opportunities in 2020 and beyond” che si terrà nell’ambito della II edizione di RO.ME - Museum Exhibition, la manifestazione sui musei, sui luoghi e le destinazioni culturali che si terrà alla Fiera di Roma dal 27 al 29 novembre. 

La conversazione sarà coordinata da Jean Cameron, direttore creativo della Stagione culturale UK/Italy 2020 del British Council, e vedrà la partecipazione dell’ambasciatrice britannica in Italia, Jill Morris. Interverranno, fra gli altri, Rosanna Binacchi (Responsabile Unità Organica per l’Organizzazione ed il Coordinamento delle Relazioni Internazionali, Mibact), Guido Guerzoni (Professore Associato, Università Bocconi), Cristiana Perrella (direttrice del Centro Pecci), Chris Michaels (Digital Director della National Gallery) ed Emily Smith (specialista in progetti creativi, audience development e comunicazione per il settore museale). 

“La stagione 2020 del British Council va da settembre a novembre, quindi RO.ME - Museum Exhibition si inserisce perfettamente nella nostra programmazione. Il nostro panel parlerà delle tematiche che riguardano il settore museale, come l‘inclusione o l’audience development, e sarà un’opportunità per il settore italiano di fare conoscenza con la sua controparte britannica. Per questo sarà un panel bilaterale, perché il dialogo è importante”, ha sottolineato Alison Driver, direttrice Arte British Council Italia, anticipando ad AgCult quelli che saranno gli argomenti affrontati nel corso del panel. L'incontro si terrà il 27 novembre dalle 13,30 alle 14,30. 

“La Gran Bretagna – ricorda - è un paese europeo e continuerà a condividere la cultura europea con gli italiani, e il settore culturale britannico continuerà a voler fare queste collaborazioni. Nel mese di aprile una delegazione di 20 persone ha auto un incontro con le direzioni Arte contemporanea (ora Creatività contemporanea e Rigenerazione urbana, ndr) e Musei del Mibact per iniziare a instaurare questi rapporti. Per noi essere presenti nel comitato scientifico di RO.ME - Museum Exhibition è fondamentale anche per capire quali sono le opportunità per dare supporto alle collaborazioni tra enti britannici e quelli italiani. Il British Council infatti promuove i rapporti culturali internazionali, è il nostro lavoro creare ponti tra i professionisti”, conclude Driver. 

 

Articoli correlati