Domani, mercoledì 13 novembre, a Torino alle ore 11, Palazzo Copernico Garibaldi (corso Valdocco 2), ospiterà la presentazione stampa della prima edizione di “The Publishing Fair”, evento italiano dedicato ai professionisti della filiera editoriale italiana e agli esponenti di rilievo della straniera.

“The Publishing Fair” si propone di ragionare sulle nuove frontiere dell’editoria, creare reti tra gli imprenditori e i professionisti del settore per ampliare gli scambi e l’offerta sul mercato europeo. Nel Vecchio Continente infatti si concentra il 60% della produzione editoriale globale. Quanto all’Italia, l'editoria rappresenta il primo comparto culturale per fatturato, prima di cinema, tv e videogames. Le stime dell'Aie per il 2018 parlano di un giro d'affari di 3,125 miliardi di euro.

Durante la conferenza sarà presentato il programma che prevede oltre settanta appuntamenti tra conferenze, tavole rotonde e workshop formativi, e che vedrà tra i protagonisti realtà dell'editoria italiana grandi e meno grandi, come Mondadori, Zanichelli, Giunti, Lattes, Loescher, Einaudi, Vallardi, Mimesis, Chiarelettere, il Mulino, per citarne alcuni. L’apertura al panorama internazionale è testimoniata dalla presenza di marchi come Phaidon, Stanford University, Wolters Kluwer, UCL Press e Ubiquity Press.

Ideata da Marzia Camarda e Lorenzo Armando l'iniziativa “The Publishing Fair” è patrocinata da Parlamento Europeo, Regione Piemonte, Comune di Torino, Unione Industriale di Torino e Associazione Italiana Editori (Aie). All'incontro interverranno, tra gli altri, Francesca Leon, assessora alla Cultura della Città di Torino; Simone Lattes, amministratore delegato Lattes Editori; Walter Martiny, delegato regionale Aie.
 

 

Articoli correlati