Continua il programma di integrazione tra Sport, Turismo e Cultura portato avanti da Cultura Italiae, la piattaforma di riflessione che ha l'obiettivo di offrire un contributo concreto alla costruzione di uno spazio comune e collettivo di impegno progettuale condiviso, civico e sociale.

Dopo il protocollo firmato a Doha con la Fidal in occasione dei mondiali di Atletica Leggera (leggi), è stato siglato mercoledì ad Assisi il protocollo con la Federazione Pugilistica Italiana (Fpi) e l’Enit per attivare una collaborazione e un coordinamento volto ad offrire anche al mondo della Boxe una serie di attività finalizzate a stimolare e migliorare l'offerta turistica e culturale del nostro paese, per diventare leader mondiale di questo importante segmento del turismo sportivo. “Siamo molto grati al Presidente della FPI, Vittorio Lai e al Presidente dell'Enit Giorgio Palmucci per avere accolto con entusiasmo la nostra proposta”, ha commentato il presidente di Cultura Italiae, Angelo Argento.

La cerimonia della firma si è tenuta presso il Museo Nazionale del Pugilato alla presenza di alcuni atleti della nazionale olimpica italiana e del pluricampione Roberto Cammarelle, Team Manager delle Nazionali Azzurre e componente della Giunta CONI, oltre che di una rappresentativa di studenti di Assisi, del presidente dell'EUBC (European Boxing Confederation) Franco Falcinelli e della sindaco di Assisi Stefania Proietti.

 

Articoli correlati