“L’acqua alta di ieri ha causato molti danni, abbiamo fatto una riunione tecnica (con il sindaco Brugnaro e il governatore Zaia, ndr) per verificare lo stato dei soccorsi e le attività di intervento di ripristino della funzionalità dei servizi. Speriamo che questa notte non ci siano ulteriori emergenze”. Lo ha dichiarato il premier Giuseppe Conte nel corso di una conferenza stampa a Venezia con la ministra delle Infrastrutture, Paola De Micheli.

“La situazione è monitorata di continuo. Stiamo iniziando a verificare i danni, ci è stata fatta richiesta da Zaia della dichiarazione dello stato d’emergenza. Domani c’è un Consiglio dei ministri che sicuramente prenderà in considerazione questa valutazione e allo stato non ci sono ragioni per negare il riconoscimento dello stato d’emergenza e quindi stanziare i primi fondi. Siamo vicini alla comunità veneziana, Venezia è un patrimonio dell’umanità”.

“Siamo al lavoro per cercare di risolvere problemi che si trascinano da parecchio tempo: la riunione del ‘Comitatone’ ci servirà a definire il perimetro delle decisioni finali che andremo a prendere”, ha aggiunto il presidente del Consiglio.

 

Articoli correlati