“L’unico percorso di crescita e progresso in materia di animali nei circhi è quello di regolamentare senza vietare, di individuare i modi adeguati per lavorare con gli animali in funzione del loro benessere rifiutando il pregiudizio ‘addestramento uguale maltrattamento’”. Lo scrive Francesco Mocellin, presidente del Club amici del circo (Cac), in un documento inviato alla commissione...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati