La storia degli Scavi di Ostia antica non sarebbe la stessa senza Raissa Gourevič Calza. Nel quarantennale della sua scomparsa, il Parco archeologico di Ostia antica rende omaggio all'archeologa, studiosa, donna dal multiforme ingegno che attraverso la sua attività di studio, catalogazione e ricerca ha giocato un ruolo decisivo nella formazione dell'identità degli Scavi di Ostia nel secondo Dopoguerra. Giunta a Ostia nel 1935, fin da subito Raissa Gourevič, formatasi in archeologia alla Sorbonne di Parigi, mentre era sposata con Giorgio De Chirico, al suo rientro in Italia dopo il divorzio dal pittore si occupò di fotografare e schedare tutti i rinvenimenti archeologici, soprattutto quelli venuti in luce nel corso della grande campagna di scavi in vista dell'Esposizione Universale del 1942. Nel 1946 sposò Guido Calza, Direttore degli Scavi.

Raissa Calza ha lasciato a Ostia un'impronta profonda e proprio alla sua intensa e importante attività scientifica è dedicata la Giornata in ricordo che si svolgerà agli Scavi di Ostia antica, nella Sala Cébeillac- Gervasoni dell'Antiquarium, martedì 26 novembre alle 11.

Questo il programma degli interventi:

  • Paola Olivanti - Una vita in movimento, breve biografia di Raissa Calza Elizabeth
  • Jane Shepherd - Parola di esperta: la consulenza per Marguerite Yourcenar su un ritratto di Antinoo
  • Marina Lo Blundo - Aprite quell'armadio! Il Fondo Calza nell'Archivio Fotografico di Ostia antica
  • Dario Daffara - Tra le carte di Raissa: nota sulla produzione scientifica
  • Paola Germoni - La voce di Raissa, un dialogo sul ritratto di Fausta nel Museo ostiense
 

Articoli correlati