“Dopo aver appreso da alcuni organi di stampa notizie in merito alle difficoltà da parte della Biblioteca Nazionale di Bari Sagarrica Visconti-Volpi a garantire il regolare svolgimento dei servizi di prestito e distribuzione, oltre che delle attività di accoglienza e vigilanza a causa della mancanza di turnover negli ultimi dieci anni, ho immediatamente preso contatti con gli uffici ministeriali competenti e con la stessa Biblioteca per cercare di addivenire quanto prima ad una soluzione efficace”. Lo dichiara il deputato Michele Nitti (M5S), membro della commissione Cultura della Camera che annuncia di aver presentato insieme al collega pentastellato Paolo Lattanzio, “un'interrogazione parlamentare per sollecitare iniziative che garantiscano quanto prima il normale svolgimento del servizio e la regolare apertura al pubblico della Biblioteca nazionale”.

La Biblioteca nazionale di Bari Sagarriga Visconti-Volpi, ricorda Nitti, “è la più grande biblioteca pubblica pugliese, una delle più grandi nell'Italia meridionale, con i suoi 300 mila volumi monografici, 55 incunaboli, 50 mila volumi antichi a stampa, 5 mila periodici, manoscritti, pergamene ed epistolari. Questo grandissimo patrimonio librario, di conoscenze e di storia del territorio non può assolutamente esser messo a rischio”.
 

 

Articoli correlati