La mostra “Aquileia 2200. Porta di Roma verso i Balcani e l’Oriente”, organizzata da Fondazione Aquileia, Polo Museale del Friuli venezia Giulia e Sovrintendenza Capitolina, allestita all’Ara Pacis fino al 1 dicembre, è stata visitata ieri dai partecipanti al convegno “XIX High Level Meeting” organizzato a Roma dal Nizami Ganjavi International Center, una fondazione azera che da molti anni convoca seminari e conferenze focalizzati sui più attuali temi dell’attualità internazionale, i cui partecipanti sono in grande maggioranza Capi o ex Capi di Stato e di Governo, che portano nei dibattiti le loro esperienze di leader alla guida dei rispettivi paesi, avvenute spesso in circostanze non facili ed in periodi di grandi cambiamenti.

Il gruppo che ha visitato “Aquileia 2200” è composto da una trentina di leaders tra cui il membro della Presidenza Tripartita della Bosnia Erzegovina,    Dzafarovic, attualmente in carica, e gli ex Capi dello Stato di Lettonia, Macedonia del Nord, Albania, Bosnia Erzegovina, Serbia, Croazia, Montenegro, Bulgaria, Ucraina e Malta, oltre che a numerosi ex Capi di Governo e a personalità della politica internazionale.  Nel corso della loro permanenza a Roma, il gruppo è stato ricevuto Papa Francesco in Vaticano, dal Presidente Mattarella al Quirinale e dalla Presidente del Senato, Sen. Maria Elisabetta Alberti Casellati, a Palazzo Giustiniani.

Il prossimo incontro organizzato dalla Fondazione Nizami Ganjavi si terrà ad Atene dal 20 al 22 gennaio e sarà dedicato al cambiamento climatico ed al suo impatto  sulla vita e sul patrimonio culturale del Mediterraneo e la Fondazione Aquileia e’ stata invitata a portare il suo contributo di riflessione sul tema.

Il Presidente della Fondazione Aquileia Antonio Zanardi Landi ha suggerito alla Nezami Ganjavi di tenere uno dei prossimi incontri ad alto livello ad Aquileia stessa.

I leader riuniti dalla Fondazione Nezami Ganjavi hanno potuto visitare la mostra nelle ore serali, a museo chiuso,  e sono rimasti molto colpiti tanto dalla bellezza e dall’interesse delle opere d’arte esposte, che dall’eleganza e dalla modernità degli allestimenti.

Al termine, è stato loro offerto, grazie al sostegno di PromoTurismo FVG, un ricevimento con prodotti d’eccellenza dell’aquileiese e del territorio della Regione Friuli Venezia Giulia.

 

Articoli correlati