La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea aderisce alla Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità (IDPD) offrendo un programma di attività educative rivolte a persone con disabilità diverse, nell’ottica di promuovere la cultura dell’accessibilità.

Il 3 dicembre ricorre la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità (IDPD), come stabilito dal "Programma di azione mondiale per le persone disabili", istituito dall’ONU nel 1981 per favorire il sostegno all’inclusione delle persone con disabilità in tutto il mondo. Nel mese di dicembre, con la volontà di dare la dovuta risonanza a questo appuntamento annuale, è importante attivare azioni di sensibilizzazione sul tema della disabilità, moltiplicando le occasioni per riflettere sui benefici di una società davvero inclusiva e accessibile a tutti.

Promuovere la partecipazione delle persone con disabilità e la loro leadership è il tema scelto per l’edizione 2019, in linea con gli obiettivi dell'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile che si impegna a "non lasciare nessuno indietro" e riconosce la disabilità tra le questioni trasversali, da considerare in l'attuazione dei suoi 17 obiettivi di sviluppo sostenibile. Come ogni anno, il MiBACT aderisce all’iniziativa con lo slogan Un giorno all'anno tutto l'anno, proponendo una serie di eventi e iniziative che si svolgono negli istituti culturali italiani. La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, sensibile alle questioni legate all’accessibilità per tutti e da tempo impegnata concretamente in questo senso, partecipa alla Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità (IDPD) offrendo nuove occasioni di incontro e attività in continuità con i progetti in corso.

Come istituzione museale, la Galleria Nazionale considera l’educazione al patrimonio culturale un’esperienza fondamentale per costruire una società inclusiva, dove il museo è luogo privilegiato per l’incontro e il dialogo fra le persone. Attraverso professionalità specializzate nella costruzione di percorsi innovativi e il coinvolgimento di partner qualificati, il museo fornisce strumenti e opportunità di crescita alle persone con necessità differenti.

 

Articoli correlati