Guardare Palermo. E Monreale. E Cefalù. Scoprendone i vicoli e gli angoli, le statue e i palazzi, i castelli e i giardini. Ritrovando città lontane che affondavano le loro radici in un melting pot di culture e di stili, a cui convergeva tutto il Mediterraneo. Anche quest’anno, per la terza edizione, la Fondazione Patrimonio Unesco Sicilia ha bandito un nuovo contest sull’immaginario arabo-normanno: è stato chiesto agli artisti (professionisti e non) e alle scuole, di inviare i propri elaborati che raccontino – qualunque sia il supporto scelto, tela, immagine, video o altro – il modo in cui vengono percepiti i nove monumenti che fanno parte del sito seriale protetto dall’Unesco.

Ogni partecipante ha quindi interpretato a suo modo, secondo la propria creatività, il concetto di Unesco, patrimonio, monumento, sito. Sono arrivati oltre sessanta elaborati e tra questi, sono stati scelti quaranta lavori che hanno ricevuto il maggior numero di “like” sulla pagina Facebook della Fondazione: sono opere che andranno a comporre la mostra che si inaugurerà venerdì prossimo, 13 dicembre – alle 10 al Museo Archeologico Salinas, a Palermo dove resterà fino al 5 gennaio.

E sempre venerdì – alla presenza del sindaco Leoluca Orlando, nella sua qualità di presidente del Comitato di Pilotaggio, dell’assessore comunale alle CulturE Adham Darawsha, del direttore dei Fondazione Unesco Sicilia Aurelio Angelini e del direttore del Museo Salinas Caterina Greco - si svolgerà la premiazione dei vincitori del contest, scelti da una giuria composta da esperti. Sono previste tre categorie - Fotografia; Video; Illustrazione e altro – più il premio Community Unesco per le scuole. I vincitori riceveranno abbonamenti alle stagioni del Teatro Massimo, del Teatro Biondo e della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana. La scuola vincitrice riceverà un buono da spendere in cartoleria o informatica. La mostra seguirà gli orari di visita del museo. Ingresso gratuito.
 

 

Articoli correlati