Ph. icom.museum

Rispettare gli accordi internazionali in caso di conflitto armato e proteggere il patrimonio culturale mondiale ovunque si trovi, indipendentemente dalle credenze religiose o dai fini politici. È quanto chiedono il Consiglio internazionale dei musei (ICOM) e il Consiglio internazionale dei monumenti e dei siti (ICOMOS) che, in una dichiarazione congiunta, esprimono “forte preoccupazione” per...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati