Orologi e gioielli, fedi nuziali e documenti, lettere e foto: i nazisti hanno confiscato milioni di oggetti personali appartenenti agli internati e alle internate dei campi di concentramento. Molti di questi, la maggior parte, sono stati distrutti, persi o rubati. Quasi 3.000 beni personali sono ancora conservati a Bad Arolsen, in Germania, – dove si trova l'archivio più ampio al mondo sulla...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati