“Chiedo ai siti naturalistici Unesco italiani di issare la bandiera bianca a sostegno della cultura della pace. Come recita l’articolo 11 della Costituzione, l’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali. Così come è avvenuto nei siti Unesco, anche l’Italia, con il suo straordinario patrimonio naturalistico, si faccia portatrice nel mondo di un messaggio di pace”. Lo dichiara il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, accogliendo l’appello lanciato nelle scorse ore dall'associazione Cultura Italiae.

“Su 10 siti Unesco dell’Iran - scrive Angelo Argento, presidente dell’associazione - sventolano bandiere bianche. Questa è la risposta dell'architetto Mohammad Hassan Forouzanfar ai venti di guerra che spirano sul mondo. L'Italia, come recita la Costituzione Italiana all’articolo 11, ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali”.

Per queste ragioni, si legge nell’appello, “Le chiediamo nella Sua qualità di Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare di innalzare sui 5 siti UNESCO naturalistici, di Sua competenza, presenti su tutto il territorio nazionale, una bandiera bianca a sostegno della cultura della pace”.

I siti naturalistici italiani patrimonio Unesco sono: le Dolomiti, l’Etna, Monte San Giorgio, le Isole Eolie e le Antiche faggete primordiali dei Carpazi e di altre regioni d'Europa.

LA PETIZIONE SU CHANGE.ORG

E' arrivata intanto a quota 400 firme la petizione lanciata su change.org dal project manager Agostino Riitano nella quale si chiede di innalzare sui 55 siti Unesco presenti su tutto il territorio nazionale una bandiera bianca a sostegno della cultura della pace. La petizione è stata indirizzata al ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, al premier Giuseppe Conte, al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e al Parlamento italiano. “L'Italia, come recita la Costituzione Italiana all’articolo 11, ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali, pertanto potrebbe innalzare sui 55 siti Unesco presenti su tutto il territorio nazionale una bandiera bianca a sostegno della cultura della pace!”, si legge nella petizione.

 

Articoli correlati