Invitalia, in qualità di centrale di Centrale di Committenza per l’aggiudicazione dell’appalto per conto del Segretariato Regionale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo per la Calabria, ha pubblicato un bando di gara a procedura aperta per l’affidamento dei lavori di restauro nell’area archeologica di Capo Colonna. L’importo totale dell’appalto, comprensivo degli oneri della sicurezza, è di 651.281 euro. L’aggiudicazione sarà effettuata secondo il criterio del minor prezzo. Il termine finale per l’esecuzione delle prestazioni oggetto dell’appalto è di 240 giorni naturali consecutivi decorrenti dalla data del verbale di consegna dei lavori. Le offerte dovranno pervenire entro il 13 febbraio 2020.

A mero titolo riepilogativo, le opere oggetto di appalto comprenderanno la Torre Nao, i resti dell’antica fornace romana adiacente alla Chiesa della Madonna di Capocolonna, la colonna e alcune parti delle aree di scavo già emerse, finalizzate alla conservazione e alla corretta fruizione del sito. Sono comprese nell’appalto tutte le lavorazioni, le prestazioni, le forniture e le provviste, nonché le procedure, gli apprestamenti, le attrezzature, le misure preventive e protettive, le prescrizioni operative per la sicurezza e la salute nel cantiere e per la prevenzione degli infortuni, necessari per dare il lavoro completamente compiuto, secondo le condizioni stabilite dal capitolato speciale d’appalto, con le caratteristiche tecniche, qualitative e quantitative previste dal progetto esecutivo descritto negli elaborati. 

Approfondimenti

 

Articoli correlati