Giovedì 23 gennaio a Modena, alle 17.30, alla Biblioteca Estense Universitaria (Largo Porta Sant’Agostino 337), verrà presentato il libro di Elisa Pederzoli “L’arte di farsi conoscere”. Formiggini e la diffusione del libro e della cultura italiana nel mondo”.

La voce di Angelo Fortunato Formiggini (1878-1938), editore modenese ebreo morto suicida a causa delle leggi razziali fasciste, torna così a farsi sentire nella cornice della Biblioteca Estense, custode degli archivi e della memoria formigginiana e già teatro di importanti iniziative dedicate alla figura dell’editore: la fondamentale mostra documentaria organizzata dall’istituzione in parallelo al primo convegno sull’argomento, “Angelo Fortunato Formiggini un editore del Novecento” (1980) e, più recentemente, la mostra “Angelo Fortunato Formiggini. Ridere, leggere e scrivere nell’Italia del primo Novecento” a cura di Matteo Al Kalak (2019), a cui la stessa Elisa Pederzoli, dottore di ricerca in Culture letterarie e filologiche all’Università di Bologna che lavora in Biblioteca Estense, ha contribuito.

Il libro ricostruisce la dimensione internazionale di Formiggini, che allargò il suo raggio d’azione ben oltre l’Italia, spingendosi fino al continente americano, da Rio De Janeiro a New York. Le pagine indagano quindi aspetti e problemi del lavoro editoriale e intellettuale dell’editore fino ad oggi non studiati: il progetto di diffusione del libro e della cultura italiana all’estero, espressione concreta della sua idea di promozione culturale come chiave per una fratellanza universale tra gli uomini e vera e propria missione al servizio della Patria in cui il modenese investì per anni tempo, denaro ed energie. Il volume nasce dalla tesi di dottorato su Formiggini elaborata dall’autrice sotto la guida di Paolo Tinti dell’Università di Bologna, risultata vincitrice dell’edizione 2018 del premio “Giorgio De Gregori” dell’Associazione Italiana Biblioteche di Roma.

Dialogheranno sul libro, in presenza dell’autrice, Renzo Cremante (Università di Pavia) e Giorgio Montecchi (Università degli studi di Milano), tra i principali iniziatori degli studi formigginiani e protagonisti del primo convegno del 1980. Introdurranno la presentazione la direttrice delle Gallerie Estensi, Martina Bagnoli, e la presidente della sezione AIB Emilia-Romagna, Roberta Turricchia. L’ingresso è libero fino a esaurimento dei posti disponibili.
 

 

Articoli correlati