"Il fatto che la Commissione Nazionale per l'UNESCO abbia deciso che nel 2021 siano i Portici di Bologna il sito italiano candidato per essere iscritto nella Lista dei Beni Patrimonio dell’Umanità è un successo che rende fieri tutti i bolognesi. Il sistema dei portici bolognesi, replicato da secoli in tutto il mondo, non solo rappresenta un elemento simbolo del tessuto urbano cittadino, ma reca un aspetto sociale e comunitario inconfondibile. I portici nascono e rimangono tuttora di proprietà privata ad uso pubblico, ed hanno conservato una storica vocazione agli scambi commerciali e culturali. Da sempre la comunità bolognese si riconosce nei suoi portici. Grazie a questa candidatura condividiamo questo immenso patrimonio con il mondo intero". Così in una nota la senatrice del Movimento 5 Stelle Michela Montevecchi, vicepresidente della Commissione Cultura.

 

Articoli correlati

ARTICOLO 9 DELLA COSTITUZIONE

Newsletter settimanale gratuita