Entro il 31 gennaio 2020, le associazioni di volontariato senza scopo di lucro potranno presentare la propria candidatura all’avviso pubblicato dal Ministero per i Beni culturali per attività da svolgersi presso l’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro.

Le attività oggetto del bando, che si svolgeranno nell’arco di un anno, riguardano l’accoglienza, l’assistenza al pubblico, la ricollocazione di materiale bibliografico e la raccolta di informazioni inerenti al patrimonio librario dell’Istituto.

Le domande, complete della documentazione richiesta dal bando, dovranno essere consegnate manualmente presso la segreteria della Direzione dell’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro, per mezzo di raccomandata postale o tramite agenzia di recapito. La convenzione potrà essere eventualmente rinnovata per un anno.

CHI PUÒ PARTECIPARE ALLA SELEZIONE

La selezione è aperta alle Associazioni di volontariato, senza scopo di lucro, con esperienza triennale nel settore del patrimonio culturale, aventi sede legale ed operativa a Roma.  

IL PROCESSO DI SELEZIONE E L’AVVIO DELLA CONVENZIONE

Un’apposita Commissione interna dell’Istituto si occuperà della procedura di selezione. La Commissione valuterà l’esperienza specifica dell’Associazione nella gestione di attività analoghe a quelle oggetto dell’avviso, le modalità organizzative del personale volontario, la descrizione della formazione dei volontari e il piano dei costi a carico dell’Istituto.

L’Associazione selezionata stipulerà una convenzione della durata massima di un anno, eventualmente rinnovabile. Si prevede un contributo a titolo di rimborso spese, per un costo netto non superiore a 500 euro al giorno, per ciascun volontario impiegato. La presenza giornaliera dovrà essere della durata massima di quattro ore. 

Potranno essere impiegati massimo otto volontari. 

Approfondimenti

 

Articoli correlati