"L'ampiezza della dimensione del fenomeno della pirateria nel mondo del libro ne fa una vera e propria emergenza nazionale: come indicato dal report AIE, la perdita economica per la Nazione è di 1.3 miliardi, che significano mancati posti di lavoro per 3600 persone. Un rafforzamento degli strumenti normativi di contrasto e sanzione agli illeciti è quindi necessario ed urgente". Così il capogruppo FDI in commissione Editoria alla Camera, deputato Federico Mollicone, a margine della presentazione del report AIE-Ipsos sulla pirateria nel mondo del libro.

"Per questo, più volte abbiamo richiesto tramite atti parlamentari un ampliamento del perimetro dei poteri di Agcom per il contrasto alla pirateria e un miglioramento delle norme sul diritto d'autore, di modo da tutelare soprattutto gli artisti piú giovani e le piccole e medie imprese editoriali. Un inasprimento degli aspetti sanzionatori deve essere accompagnato da un sistema di incentivi volti all'acquisto sul mercato: gli editori sostengano la legge sul sostegno e la promozione del libro, votata anche da FDI e dalle altre forze di opposizione, ora bloccata in Senato. Infine, presenteremo su ogni atto la nostra proposta di detrazione del consumo culturale, già approvata dal governo in un nostro ordine del giorno, affinché l'acquisto di libri e prodotti editoriali possa essere detratto dalle tasse come i consumi di medicinali", conclude Mollicone. 

 

Articoli correlati