Rafforzata e riorganizzata la rete di tutela del patrimonio culturale della Lombardia: nasce la soprintendenza per le province di Monza-Bianza e Pavia e la soprintendenza di Mantova e Cremona si occuperà anche della provincia di Lodi. Lo comunica il ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo a seguito della firma del ministro Franceschini dei decreti attuativi di riorganizzazione degli uffici del ministero in vigore dal prossimo 5 febbraio che prevedono la nuova Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Monza-Brianza e Pavia, con sede a Milano; la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la province di Como, Lecco, Sondrio e Varese, con sede a Milano; la a Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Bergamo e Brescia, con sede a Brescia; la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Cremona, Mantova, Lodi, con sede a Mantova.

“La nuova articolazione periferica del ministero – ha commentato Franceschini - viene rafforzata riequilibrando il rapporto tra centro e periferia a favore della seconda, aumentando i presidii di tutela e razionalizzando con parametri certi la geografia delle strutture territoriali per garantire servizi efficaci ed efficienti ai cittadini”.

 

Articoli correlati