“L’Italia si conferma il Paese culturalmente più influente al mondo. Un riconoscimento importante che ci riempie di orgoglio. Che lega il nostro passato al nostro futuro”. Lo scrive su Facebook la viceministra all’Istruzione, Anna Ascani, rilanciando gli ultimi dati del ‘The Spectator Index’ che vedono l’Italia come paese culturalmente più influente al mondo. “Tutto questo – prosegue - parte naturalmente dalla scuola e ci fa capire quanto sia importante investire nella formazione delle giovani generazioni perché siano in grado di valorizzare l’immenso patrimonio culturale di cui dovranno essere custodi”.

Anche il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, ha commentato la classifica diffusa da ‘The Spectator Index’: “Investire in cultura non è solo un dovere costituzionale, politico e morale ma anche una grande opportunità per far crescere significativamente la nostra economia in modo intelligente e sostenibile”, ha sottolineato il titolare del Collegio Romano. “Anche questo dato - ha concluso il ministro - conferma il ruolo di leadership culturale dell’Italia nel Mondo”.

 

Articoli correlati