“Oggi si celebra il “Giorno del ricordo” e tutti noi abbiamo il dovere di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani, dell'esodo giuliano-dalmata, delle vicende del confine orientale e concessione di un riconoscimento ai congiunti degli infoibati. È inaccettabile che vengano ancora oggi negati eventi in memoria delle vittime delle foibe e per questo chiedo all'attuale governo che si impegni affinché questo non accada: tollerare il negazionismo è crudele quanto ciò che accadde ai nostri fratelli italiani. Il presidente Sergio Mattarella lo definisce 'deprecabile e l’avversario da battere oggi è l’indifferenza e la mancata conoscenza della storia e dei suoi eventi'”. Così la deputata veneziana, Ketty Fogliani componente della Commissione cultura, scienze e istruzione.

"Purtroppo non sono mancate, e continuano a non mancare, iniziative di vario genere che negano questi drammatici eventi. Per questo sollecito l’attuale maggioranza PD-M5S affinché proceda la mia Proposta di legge che modifica la legge del 30 marzo del 2004 n. 92, che istituì il 10 febbraio quale “Giorno del ricordo”, in modo che gli enti locali non autorizzino o concedano in nessun caso spazi ed ambienti per lo svolgimento di manifestazioni o iniziative che intendano negare gli eventi commemorati di questa data. Auspico che venga utilizzata in modo da conservare la memoria di quelle terribili vicende”.

 

Articoli correlati