Si terrà giovedì 13 febbraio presso l’Istituto italiano di Cultura di Monaco di Baviera un incontro sul restauro della “Resurrezione di Cristo” di Piero della Francesca, raccontato dalla Storica dell’Arte Cecilia Frosinini

Il restauro della Resurrezione - capolavoro del cristianesimo rinascimentale, collocato nel Palazzo Pubblico del Museo Civico di Borgo Sansepolcro e realizzato con una “tecnica mista” tra l’affresco e la pittura “a secco” – oltre al recupero dell’immagine e dei materiali dell’opera, ha portato a significative e clamorose scoperte scientifiche.

L'intervento conservativo e di restauro, terminato nel 2018 e durato tre anni, è stato realizzato dall'Opificio delle Pietre Dure di Firenze, sotto la direzione scientifica di Cecilia Frosinini, e dalla Soprintendenza di Arezzo.

Cecilia Frosinini lavora dal 1990 come Storico dell’Arte presso l’Opificio delle Pietre Dure e presso i Laboratori di Restauro di Firenze, è stata membro del comitato Scientifico dell’Opificio delle Pietre Dure e a tutt’oggi è membro del Comitato di Gestione dello stesso Opificio. Riveste la carica di vice Direttore del settore di Restauro dei dipinti su tavola e su tela, nonché di Direttore del settore di restauro dei Dipinti Murali e dei Materiali Cartacei e Membranacei. Ha diretto numerosi importanti lavori di restauro, è autrice di molteplici articoli scientifici di argomento storico artistico, ed ha curato un grande numero di mostre storico-artistiche di notevole rilevanza.

 

Articoli correlati