Giovedì 20 febbraio si terrà alle 19 presso l’Istituto Italiano di Cultura di Tel Aviv il secondo appuntamento con Giuliana Mettini, soprano e storica del melodramma, in occasione della messa in scena de Il Barbiere di Siviglia presso l’Israel Opera di Tel Aviv. L’esperta musicologa guiderà il pubblico dell’Istituto alla scoperta dell’autore, della genesi dell’opera, analizzandone anche i contenuti musicali e librettistici, e ripercorrendone la fortuna storica. L’incontro prevede anche la presentazione dell’allestimento in programma presso l’Opera di Tel Aviv e l’esecuzione di alcuni passaggi musicali dal vivo.

Il Barbiere di Siviglia, diretto da Alessandro de Marchi, è in programma dal 21 febbraio al 7 marzo 2020 presso l’Israel Opera.

Giuliana Mettini, soprano e storica del melodramma, è attualmente docente e vice direttrice del Magnificat Institute di Gerusalemme, la Scuola di Musica della Custodia di Terra Santa. Dopo gli studi presso il Conservatorio A. Boito di Parma, al Mozarteum di Salisburgo e al Conservatorio di Tel Aviv, ha partecipato in qualità di attrice cantante a numerose produzioni musicali internazionali presso importanti istituzioni sia in Italia che all’estero fra cui il Teatro Farnese di Parma, il Teatro de La Pergola di Firenze, il Ravenna Festival, il Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano, il Festival di Echternach, il Festival di Bielefeld , Theatre National di Bruxelles. Si è esibita in diverse Tournées internazionali negli Stati Uniti, in Israele, Belgio, Lussemburgo, Francia, Germania. Tiene workshop di vocalità per attori, cantanti e danzatori, sia in Italia che all’estero, anche in Israele.

 

Articoli correlati