In arrivo un riordino importante nel settore dei beni culturali e del turismo. È infatti ormai pronto (e prossimo alll'ufficializzazione) il disegno di legge del governo che mette mano a molti ambiti del Ministero per i Beni culturali e per il Turismo e che approderà, come anticipato da AgCult, la prossima settimana in Consiglio dei ministri e subito dopo alla Camera (leggi approfondimento).

La bozza del disegno di legge prevede misure per la crescita del settore turistico con particolare riguardo alla tutela del consumatore e della concorrenza, misure a favore delle imprese culturali e creative anche con un riferimento specifico ai comuni situati nelle "aree interne", e una delega al Governo per il riordino della normativa vigente per il settore dello spettacolo.

Nel disegno di legge sono contenute disposizioni in favore delle imprese del settore turistico, “al fine di consolidare il processo di impulso a un comparto che riveste un ruolo strategico ed essenziale per l'intera economia del Paese”. A tutela sia delle imprese turistiche sia dei consumatori, si interviene anche nel settore delle locazioni brevi, in enorme espansione negli ultimi anni, al fine di precisare il relativo regime fiscale (il riferimento scontato è a Airbnb).

Sono introdotte, inoltre, alcune disposizioni che riguardano le professioni turistiche e si prevede un potenziamento della governance dell'Enit.

Vari articoli sono dedicati a specifiche disposizioni per le imprese culturali e creative e per gli enti no profit che operano nel settore, al fine di sostenerne la crescita e le capacità di occupazione anche attraverso forme innovative di imprenditorialità, prevedendo incentivi fiscali, un apposito Fondo di finanziamento, interventi di programmazione e altre misure di sostegno.

Infine, la proposta del governo prevede la delega al Governo in materia di spettacolo, allo scopo di riordinare le disposizioni concernenti le fondazioni lirico-sinfoniche e gli altri enti, nonché la disciplina nei settori del teatro, della musica, della danza, delle attività circensi, dei carnevali storici e delle rievocazioni storiche.

APPROFONDIMENTI IN ABBONAMENTO

Leggi anche:

 

Articoli correlati