“L’Opera è una parte significativa della nostra storia e della cultura europea: è in grado di farci vedere e sentire il mondo in modo diverso, di toccare i nostri cuori. E’ molto importante per questo rivolgersi anche alle giovani generazioni. L'educazione musicale fin da piccoli è un elemento importante per promuovere e preservare il nostro patrimonio culturale”. Lo ha detto la commissaria europea per l'innovazione, la ricerca, la cultura, l'istruzione e la gioventù, Mariya Gabriel, nel suo discorso introduttivo alla conferenza di Europa InCanto che si è tenuta a Bruxelles. 

“Grazie al Parlamento europeo, all'Associazione Europa Incanto e all’ex presidente della commissione Cultura del Parlamento europeo, Silvia Costa, per aver organizzato la conferenza dedicata all'Opera come elemento del patrimonio culturale europeo che collega passato e presente. Il progetto Opera InCanto promuove l'educazione lirica tra bambini e studenti di età compresa tra i 3 e i 15 anni. Si tratta di 50000 studenti in Italia e grazie al programma Europa creativa è stato ampliato ad altri cinque paesi europei, come metodo educativo di cooperazione tra scuole e famiglie”.

“La cultura e il patrimonio culturale sono in alto tra le mie priorità. Il nuovo programma culturale è l'espressione di una politica culturale coerente a livello europeo. Per far sì che queste iniziative abbiano successo, abbiamo bisogno di un bilancio forte. Condivido l'opinione che le nuove tecnologie digitali creano l'opportunità di un accesso più ampio e inclusivo al patrimonio culturale, e condividere l'Opera con più persone, soprattutto con i giovani, attraverso i canali digitali, è già un dato di fatto. Questo è il motivo per cui il patrimonio culturale digitale è un settore in cui io continuo a lavorare”.

“E’ anche importante collegare cultura e educazione, patrimonio culturale con la musica e l'educazione artistica. Con lo sviluppo di sinergie tra i vari programmi creiamo un approccio integrato globale alla cultura e al patrimonio culturale. Conto sulla futura cooperazione con organizzazioni della società civile come Europa InCanto, che, con il loro approccio innovativo, contribuiscono a promuovere la promozione e la conservazione del nostro patrimonio culturale”.

 

Articoli correlati