Semaforo verde dalla commissione Questioni regionali, in sede consultiva, alla proposta di legge sulla ratifica della Convenzione di Faro. L’ok è arrivato con i voti della maggioranza, mentre FI si è astenuta e la Lega ha detto “no”.  Il provvedimento, già approvato dal Senato, è all’esame, in sede referente, della commissione Esteri di Montecitorio che si sarebbe dovuta riunire oggi per dare il via libera al testo in Aula. La seduta odierna della III, però, è stata sconvocata causa l’allungarsi dei tempi dei lavori dell’Assemblea sul decreto Milleproroghe e anche perché in attesa del parere della commissione Bilancio. Probabile che tutto sarà rinviato alla prossima settimana.

Ieri era arrivato il “sì” al provvedimento, sempre in sede consultiva, dalle commissioni Affari costituzionali, Ambiente e Politiche Ue della Camera. Nelle scorse settimane il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, nel corso di un’audizione in commissione Esteri, aveva sottolineato come il percorso di ratifica fosse andato “inspiegabilmente lentissimo”. Ora, aveva aggiunto il titolare del Mibact, “siamo all’ultimo passaggio dopo l’approvazione del Senato e se ci sono dei dubbi vanno sgombrati perché non ci deve esser nessuna paura di importare una definizione sovranazionale di patrimonio culturale, che verrebbe accolta nel nostro ordinamento senza cancellare ma anzi integrandosi con tutte le definizioni già esistenti”.
 

 

Articoli correlati