I Carabinieri della Compagnia di Andria hanno conseguito un importante risultato nel contrasto al mercato illecito dei beni archeologici esistente in Puglia. Le indagini hanno preso spunto dall’individuazione di un’abitazione occupata da un 30enne, in cui vi era il sospetto che venissero occultate armi, munizioni e materiale esplodente illegalmente detenute. Durante le operazioni di perquisizione,...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati