Coronavirus, #fatevicontagiaredallarte. E' l'hashtag lanciato dal Museo Leonardo da Vinci e Archimede di Siracusa per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza dell’arte e della cultura, nonostante il momento che l’Italia, e non solo, sta attraversando.

Lo comunica Maria Gabriella Capizzi, responsabile del Museo Leonardo da Vinci e Archimede di Siracusa, la quale spiega: “Sono i settori del turismo e della cultura a subire le ripercussioni più pesanti dalla diffusione del Coronavirus. E sono i musei i luoghi che, forse prima e più di altri, stanno affrontando criticità con emergenze ancora tutte da decifrare”.

Non nasconde la propria preoccupazione la responsabile del Museo Leonardo da Vinci e Archimede di Siracusa, la quale aggiunge: “In questa situazione, sicuramente difficile per tutti, è importante mettere da parte lo smarrimento e, nel rispetto delle disposizioni di Governo, Regione e autorità sanitarie, non cambiare le nostre abitudini ma, al contrario, trovare soluzioni razionali. Ciò vuol dire per esempio non disertare immotivatamente luoghi di cultura come i musei che rappresentano il cuore e l'anima del territorio".

Certa che il settore turistico-culturale sia strategico per lo sviluppo del Paese, Maria Gabriella Capizzi ribadisce: “Il Museo Leonardo da Vinci e Archimede di Siracusa resta apertissimo tutto l'anno, come da diversi anni ormai, nel cuore di Ortigia, per accogliere il pubblico internazionale e visitatori da ogni angolo d'Italia. Per fungere anche da info-point turistico gratuitamente. E, ovviamente, per continuare a raccontare a giovani e adulti le straordinarie invenzioni di due geni come Archimede e Leonardo. Per noi rimanere aperti è una questione di responsabilità cittadina e di resistenza alla psicosi e significa dare un segnale di coraggio e allo stesso tempo di normalità e serenità alle persone, ai colleghi. Perciò continueremo a farlo. Perlomeno fino a disposizioni diverse delle autorità competenti”.  

Non solo. “Vanno avanti spediti - continua Maria Gabriella Capizzi - i nuovi progetti, i workshop, le conferenze, avviati con la nascita del Museo per bambini Siracusa, come i laboratori riservati anche ai più piccoli”.

Con l’obiettivo di arginare gli effetti dell’emergenza Coronavirus, inoltre “insieme con Giuseppe Rosano, presidente di Noi albergatori Siracusa - anticipa la responsabile del Museo Leonardo da Vinci e Archimede di Siracusa - stiamo lavorando a una strategia di rilancio del comparto turistico-culturale a cui possono aderire anche altri operatori. Perché continuo a essere sempre più certa che l’arte e la cultura restino l’antidoto migliore alla paura anzitutto, in quanto attivano benessere e gioia di vivere. Ma è necessario che si mettano prontamente in campo misure di sostegno straordinarie per le imprese turistiche. Sono assolutamente certa - conclude Maria Gabriella Capizzi - che le istituzioni sono e saranno vicine alle realtà culturali che, come la mia, provano a resistere e chiediamo con forza che il turismo sia tutelato e supportato. Niente allarmismi, insomma, aperti come presidio di civiltà e socialità, a fronte di una situazione che interessa tutti”. 

 

 

Articoli correlati