Grazie a un sistema di false attestazioni, trasmesse al Mibact, utilizzavano il bonus cultura "18app" per l'acquisto di beni non previsti dalla normativa. La Guardia di finanza di Crotone ha sequestrato beni per quasi 1,4 milioni di euro ad una società di capitali calabrese e a sei persone. L'indagine, coordinata dalla Procura di Crotone, ha preso origine da un'analisi effettuata dal Nucleo...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati