Via libera all’unanimità dalla commissione Cultura della Camera alla risoluzione presentata da Rosa Maria Di Giorgi (Pd) relativa alla promozione dei cammini e percorsi storico-devozionali nell'ambito dell'offerta formativa per bambini e ragazzi. Nel corso della discussione in commissione, la sottosegretaria all'Istruzione, Anna Ascani, ha sottolineato la propria soddisfazione "per il fatto che il Parlamento ha assunto l'iniziativa su questa materia". 

La risoluzione, in particolare, impegna il Governo a favorire, a partire già dal sistema integrato di istruzione ed educazione da 0 a 6 anni e successivamente nel prosieguo del percorso scolastico, nell'ambito del piano triennale dell'offerta formativa, l'adozione di progetti che valorizzino in modo integrato i territori di riferimento, in particolare anche progetti per bambini e adolescenti che prevedano la conoscenza, la pratica e la promozione turistica dei cammini e dei percorsi storico-devozionali e del loro patrimonio di beni materiali e immateriali, attraverso iniziative d’ animazione e giochi di scoperta, uscite di cammino su percorsi di interesse locale e di valore tradizionale e l'uso dei social media.

Si impegna inoltre l'esecutivo a promuovere progetti ed iniziative atti a favorire la conoscenza dei principi e dei valori fondanti che sono alla base del programma degli itinerari culturali europei, diffondendo tra i giovani una maggiore consapevolezza del comune patrimonio culturale europeo e del senso di cittadinanza europea, mettendo in campo a livello europeo ogni utile iniziativa atta a garantire finanziamenti adeguati nella prossima programmazione 2021/2027; a promuovere progetti che prevedano incontri e stage presso associazioni o enti impegnati nella valorizzazione e nell'esperienza di cammini locali, nazionali ed internazionali, per approfondire la loro importanza storica e la funzione di motore di sviluppo sostenibile del territorio.

La risoluzione, infine, stabilisce di adottare, nel rispetto dell'autonomia universitaria, iniziative volte a favorire, la stipula di convenzioni con le suddette associazioni o enti al fine di realizzare seminari, incontri, stage per lo studio, la tutela e la promozione dei cammini e di promuovere nel rispetto dell'autonomia scolastica, l'adozione di progetti sulla salute che sviluppino gli effetti benefici derivanti dalla pratica dei cammini, in modo da consentire a bambini e adolescenti di evitare, attraverso tale attività fisica, il rischio di malattie infantili e di prevenire patologie che in età adulta possono compromettere le loro condizioni di salute e ridurre le aspettative di vita.

 

Articoli correlati