Parere favorevole della commissione Cultura della Camera al disegno di legge del Governo, già approvato dal Senato, recante la ratifica e l'esecuzione dell'Accordo tra Italia e Sri Lanka in materia di cooperazione nei campi della cultura, dell'istruzione, della scienza e della tecnologia, fatto a Roma il 16 aprile 2007. Relatore del provvedimento, assegnato in sede referente alla commissione Esteri, Manuel Tuzi (M5S).

L'Accordo intende favorire lo sviluppo di nuove collaborazioni bilaterali nel campo dell'istruzione scolastica e universitaria, favorendo altresì l'insegnamento della lingua italiana nello Sri Lanka e l'avvio di attività in ambito archeologico, scientifico e tecnologico. Le Parti si impegnano a favorire la conoscenza dei rispettivi patrimoni culturali e a migliorare la cooperazione culturale, scientifica, tecnologia e dell'insegnamento; a promuovere la conoscenza delle rispettive lingue ciascuna nell'altro Stato; a favorire la cooperazione tra le rispettive Università, gli Istituti di Alta formazione nel settore delle arti e della musica e gli Istituti scientifici, anche mediante scambi di docenti, ricercatori, studenti e mediante ricerche congiunte nei campi di interesse comune.

Nel campo dell'istruzione scolastica, le Parti si impegnano a sviluppare la reciproca conoscenza dei propri sistemi educativi, alla collaborazione nel campo dell'arte, della musica, della danza, del teatro e del cinema, anche mediante lo scambio di artisti e la partecipazione a manifestazioni di rilievo.

L'Accordo incoraggia l'attività dei rispettivi istituti di cultura, associazioni culturali e istituzioni scolastiche e pone l'accento sulla collaborazione scientifica e tecnologica. Ci sono poi impegni per la cooperazione in campo archeologico ed etnologico, l'erogazione di borse di studio, il contrasto del traffico illecito di opere d'arte e la protezione del patrimonio culturale sommerso. Altri punti oggetto dell'Accordo sono i programmi di scambio nel settore della gioventù, la collaborazione tra archivi, biblioteche e musei e tra organismi radiotelevisivi, stampa ed editoria, nonché in materia di protezione dei diritti di proprietà intellettuale.

Il disegno di legge di autorizzazione alla ratifica si compone di 5 articoli, che contengono, rispettivamente, l'autorizzazione alla ratifica e l'ordine di esecuzione dell'Accordo; la copertura finanziaria degli oneri derivanti dall'Accordo; e l'entrata in vigore della legge di autorizzazione alla ratifica.

 

Articoli correlati