Contribuire alla diffusione del sapere e offrire strumenti utili a insegnanti e studenti, in un periodo di chiusura forzata delle scuole. Oltre alla programmazione didattica di Rai Scuola, da lunedì 9 marzo Rai Cultura arricchisce i palinsesti di Rai5 e Rai Storia. Su Rai5 (canale 23 Dt), in particolare, “palcoscenici aperti” con più musica lirica, sinfonica e teatro, anche in segno di solidarietà per il difficile momento che stanno vivendo teatri e istituzioni musicali.

Per contribuire alla continuità formativa degli studenti, inoltre, Rai5 rafforzerà l’offerta di programmi che raccontino l’arte, la letteratura e la conoscenza dei Paesi e delle culture. Rai Storia (canale 54 Dt) dedica invece agli studenti la fascia pomeridiana del proprio palinsesto, con programmi che spaziano dall’antichità ai nostri giorni. L’offerta di Rai5 nel pomeriggio, in particolare, sarà dedicata al teatro, alla musica sinfonica, all’opera, al balletto e alla letteratura: dal 9 marzo alle 16.30, il primo di  cinque appuntamenti con il teatro di Carlo Goldoni.

A seguire, ogni giorno, la grande musica: l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, l’Opera Italiana, Musica Sinfonica, Danza e l’Opera Internazionale. Il pomeriggio si conclude con  la grande letteratura, di “L’altro ‘900”, ritratti inediti di scrittori che hanno segnato il XX secolo.
Per gli appassionati di Performing Arts, musica e spettacoli dal vivo, in particolare, Rai5 propone il giovedì alle 21.15 appuntamenti con concerti di musica sinfonica come il debutto del Maestro Daniele Gatti alla guida dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai con la Nona sinfonia di Mahler, il 12 marzo, e poi il balletto Carmen e l’opera la Cavalleria Rusticana, la rappresentazione dello scorso anno a Matera.

Il sabato, alle 19.15, Sabato classica, con concerti sinfonici e da camera tratti dal grande patrimonio delle Teche Rai e, inoltre, una finestra sulla musica colta contemporanea: compositori, opere sperimentali, balletti d’avanguardia. Per il Teatro, il sabato in prima serata cinque appuntamenti, fino al 4 aprile, dedicati alla comicità di Vincenzo Salemme. E ancora lo spazio Stardust Memories, alle 16.30 del sabato, con la rivisitazione dei grandi classici del teatro Rai.

Ricca anche la proposta per l’Arte, nell’ambito della quale il 20 marzo in prima serata sarà proposto per Art Night il doc Raffaello. Il mito e la modernità, a 500 anni dalla morte. Non mancano jazz, rock e pop con Ghiaccio Bollente e Music Icons. E poi il doc “Quando mi prende una canzone” per festeggiare il compleanno della grande Mina il 25 marzo in prima serata, e ancora grandi nomi dai Led Zeppelin a Dylan. A completare l’offerta di Rai5, i grandi documentari internazionali di natura, terra e paesaggi umani in prime time la domenica e tutti i giorni dalle ore 14.

Dal 9 marzo si trasforma anche il palinsesto di Rai Storia: dal lunedì al venerdì alle 15.00 arriva “Viva la Storia”: 24 puntate costruite con e per gli studenti. Un programma fatto di domande e risposte su un tema principale declinato in modo divertente, con l’aiuto di storici ed esperti: dall’alimentazione all’istruzione, dai modi di governare a quelli di studiare, dai mezzi di trasporto alla medicina, dalla moda all’ingegneria, dalla comunicazione all’arte.

Alle 15.30 si prosegue con programmi che coprono il periodo che va dall’Antichità all’Età Moderna: dai documentari di a.C.d.C., introdotti dal prof. Alessandro Barbero, su alcune grandi civiltà del passato, alle Cronache dall’Antichità, da uno Speciale sul medio Evo a quelli sulla storia delle Signorie italiane e sul Rinascimento.

Alle 16.30 obiettivo sui grandi conflitti del XX secolo: un momento di analisi e riflessione sul periodo che comprende le due guerre mondiali che hanno squassato il 1900 e gli altri conflitti che hanno caratterizzato l’epoca della cosiddetta Guerra Fredda. A chiudere la programmazione quotidiana della fascia dedicata agli studenti, alle 17.30, una serie dedicata al Secondo Novecento del nostro Paese: “L’Italia della Repubblica risale nel tempo fino a raggiungere gli ultimi decenni del secolo scorso, incontrando i personaggi che hanno contribuito alla nascita e al rafforzamento della nostra democrazia.

Sul portale di Rai Cultura, inoltre, sono presenti tutte le produzioni di Rai Storia, arricchite da contenuti extra, webdoc, mappe interattive e geolocalizzate, fruibili all’interno dello spazio dedicato alla Storia visibile all’indirizzo www.raicultura.it/storia/ e uno spazio con l’offerta specifica per docenti e studenti, catalogato in ordine cronologico all’indirizzo www.raicultura.it/speciali/scuola2020/

 

Articoli correlati